venerdì 15 agosto 2014

Il Tao del sesso di S. Chang

Purtroppo nella nostra cultura occidentale di matrice giudaico-cristiana il lato sessuale di una persona media non è vissuto con naturalezza e spontaneità. Troviamo spesso delle forme di psicosi sia estreme che possono arrivare all'abuso della pornografia o alla ricerca di rapporti extraconiugali oppure ancora alla prostituzione, tanto per fare degli esempi, sia repressive dove troviamo persone che si sentono a disagio nell'affrontare l'argomento o altre che giungono al totale annullamento della propria espressione sessuale con conseguenti ripercussioni psicologiche. Anche quando si parla con persone “normali” si percepisce una non completa comprensione dell'argomento. Molti considerano il sesso come uno sfregamento fra loro di due organi, contornato magari da effusioni, carezze e baci. Pochissimi considerano il lato energetico del sesso, oppure la sacralità dell'unione di un uomo e una donna. Sacralità perché è l'atto che dona la vita, il miracolo più grande sulla terra. Dovrebbe essere considerato più sacro di un qualsiasi rito religioso, e invece no. Pornografia infarcita di perversioni varie; uomini e donne che cercano il sesso al di fuori della coppia, e questi non hanno ancora compreso che se hanno quel compagno o quella compagna è solo perché quella persona si sono meritati, nel bene o nel male; anche nella vita di coppia sovente il sesso non è vissuto molto bene, sveltine, insoddisfazioni reciproche, ecc. Molti uomini con i quali sono entrato in confidenza mi hanno rivelato che non sono soddisfatti al cento per cento della prestazione sessuale della moglie o compagna. Allora la colpa è delle donne? Niente affatto, anche loro sono spesso insoddisfatte (qualche cosa mi sono fatto raccontare anche dalle donne, è meno facile ovviamente, ma non impossibile). Allora dov'è il problema? Diciamo che si può riassumere così: l'uomo cerca la quantità, la donna la qualità. L'autore di questo libro ad un certo punto dice che Dio, nella sua creazione perfetta dell'universo, se ha sbagliato qualcosa è proprio nelle esigenze sessuali differenti fra uomo e donna. Se non si pone rimedio in qualche maniera, molte coppie sono destinate a separarsi e a continuare quello che sta già succedendo. Separazioni e divorzi sono sempre più frequenti, causati principalmente, anche se non si ammette apertamente, da incomprensioni ed insoddisfazioni sessuali. Cosa fare? Beh, i problemi si risolvono con la conoscenza, non possiamo aspettare che si risolvano da soli. Qualsiasi sia il problema ovviamente. Una risposta al problema sessuale la troviamo nelle antiche tradizioni esoteriche (cioè tenute nascoste per molto tempo), soprattutto di origine orientale. In India possiamo trovare il Tantra del sesso, in Cina abbiamo invece il Tao del sesso. Secondo me i più pragmatici sono i cinesi. Nelle tradizioni indù si tende spesso ad infarcire le tecniche con una miriade di allegorie, simbolismi e metafore spesso associate alle varie divinità. Nella tradizione taoista invece si tende alla praticità, non si perde tempo in queste cose. Certamente se una persona vuole risolvere dei problemi vuole proprio questo, una tecnica spiegata praticamente senza tanti fronzoli. Abbiamo detto che la donna vuole la qualità nel sesso, per cui ha bisogno di essere portata all'eccitazione molto lentamente e provare, secondo il taoismo, i nove livelli di orgasmo (generalmente le donne comuni arrivano solo al quarto livello). L'uomo deve, per adempiere il proprio dovere (secondo il taoismo è l'uomo che deve servire la donna, sessualmente parlando), essere in grado di gestire tutta la fase orgasmica della donna. Per fare ciò, l'uomo deve rimanere in eccitazione per lungo tempo e deve saper gestire l'eiaculazione che, secondo il taoismo, non deve avvenire, pena la perdita di energia (l'eiaculazione infatti serve solamente in un caso, quando si procrea). Questo è solo uno dei molti aspetti che riguardano il tao del sesso, l'uomo deve saper separare orgasmo ed eiaculazione, deve risparmiare energia sessuale (non eiaculando) per mantenere giovane il proprio corpo e i propri organi, deve salvaguardare due organi importantissimi e molto spesso trascurati, la prostata (con il massaggio interno ed esterno) e il retto (con la pulizia quotidiana). La donna d'altro canto deve risparmiare la propria energia controllando le proprie mestruazioni. Anche in questo caso il ciclo mestruale serve solo per un unico scopo, procreare. Se non si desidera questo si può bloccare il ciclo risparmiando molta energia ringiovanendo così corpo ed organi. Il libro spiega molto bene tutto ciò, è forse il libro più semplice sull'argomento (ve ne sono altri un pochino più complicati). In una prima parte vengono esposte le varie materie studiate dai maestri taoisti, non solo il sesso quindi. Viene spiegata la vera meta di questi, l'immortalità, e una spiegazione anatomica secondo i precetti della medicina cinese. Nella seconda parte, dopo un capitolo dedicato all'ano (sì, hai letto bene...) viene spiegata l'anatomia maschile e femminile con varie tecniche per migliorare la prestazione sessuale e raggiungere la longevità, qui l'esercizio del daino maschile e femminile è fondamentale. Nella terza parte troviamo illustrati l'orgasmo superiore, la serie di nove, le posizioni guaritrici per l'uomo e per la donna, la preghiera del mattino e della sera, l'analisi facciale riferita alla sessualità, la scelta del sesso di un eventuale figlio. Nell'ultima parte vengono esposti altri risvolti del mondo sessuale, rapportati alla saggezza taoista. Scienza, il tao del sesso, ancora poco conosciuta e ancor meno praticata che comunque richiede disciplina, soprattutto all'inizio. Senza disciplina e pratica quotidiana non si ottiene molto, e la disciplina è una qualità che manca attualmente a molte persone, purtroppo. (Il rammarico è accentuato dal fatto che ho usato la stessa parola per iniziare e terminare questo articolo, a parte questa parentesi...).
Acquistalo su Amazon, o su InMondadori, o su Ibs, o su: 
vai al sito macrolibrarsi Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Nessun commento:

Posta un commento